Curriculum Associazione

Curriculum Associazione Articolo 24

L’Associazione “Articolo Ventiquattro” si ispira ai principi fondamentali della Costituzione italiana ed agisce con lo scopo di valorizzare la dimensione umana, culturale e spirituale della persona, nella piena consapevolezza che ogni individuo ha diritto ad una vita dignitosa, libera e felice.

L’Associazione è apartitica ed opera secondo i principi di gratuità delle prestazioni degli aderenti ed assenza di fine di lucro per il perseguimento di obiettivi di finalità sociale.

Articolo Ventiquattro viene costituita nel gennaio 2014.

La sua attività di ascolto, orientamento linguistico degli stranieri ed orientamento socio-legale a tutela e difesa dei diritti delle fasce meno abbienti, viene svolta principalmente presso lo sportello di Fondi (LT), Via Cesare Balbo, 12 a Fondi (LT), nonché a Formia fino al 2016, in collaborazione con la Caritas Diocesana che ha messo a disposizione i locali del Centro Caritas “San Vincenzo Pallotti” di Formia per le attività di ascolto ed orientamento linguistico dei migranti.

I volontari dell’Associazione Articolo Ventiquattro, nel contesto dell’attività di ascolto e di orientamento socio-legale che si svolge all’interno della sede sociale, ascolto ed orientamento, indistintamente rivolto a cittadini italiani e stranieri, spesso si confrontano anche con persone in grave difficoltà economica.

Non di rado capita poi che tali soggetti hanno la concreta necessità di rivolgersi alla Giustizia per ottenere una qualche forma di tutela, ovvero il riconoscimento di un diritto o la protezione di un interesse.

Gli operatori informano i cittadini e gli stranieri meno abbienti della possibilità prevista dal nostro ordinamento giuridico, a particolari condizioni soggettive e di reddito stabilite dalla legge e valutate caso per caso dagli organismi competenti (nello specifico, dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di zona), al beneficio del patrocinio a spese dello Stato (c.d. “gratuito patrocinio”).

E’ molto importante informare gli utenti di tale possibilità riconosciuta dalla legge, e fornire ad essi un primissimo orientamento sulle procedure e sulle modalità di accesso al patrocinio a spese dello Stato, nonché su quali sono i requisiti richiesti dalla legge medesima per poterne fruire.

Tali utenti, dopo un primo approccio orientativo con i volontari dell’ascolto, vengono quindi indirizzati presso gli uffici del competente Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, che per legge è chiamato a valutare ed eventualmente deliberare sulle domande dei cittadini.

Articolo Ventiquattro, anche in relazione a quanto stabilito dall’art. 24 della Costituzione Italiana a mente del quale “sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione”, attraverso la sua azione di ascolto socio-legale, di informazione e di orientamento dell’utenza, vuole contribuire a rendere effettiva la realizzazione sostanziale di tale diritto.

Gli operatori spesso aiutano gli utenti ad interpretare la normativa, forniscono agli stessi le “istruzioni minime” per fruire di tale possibilità, indirizzano i soggetti interessati presso gli uffici preposti del competente Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, che per legge è competente a valutare e deliberare sulla richiesta di ammissione al beneficio.

Tale attività di informazione ed orientamento rientra a pieno titolo nell’attività di aiuto e di assistenza alle persone meno abbienti ed in stato di bisogno che l’Associazione svolge in maniera gratuita e volontaria.

Essa si inquadra in una più ampia azione di aiuto ed intervento in favore della categorie sociali più deboli, che Articolo Ventiquattro porta avanti per mezzo dei suoi volontari.

Altre attività sono:

–          attività culturali di sostegno ed orientamento linguistico in convenzione con altri Enti, tenuto conto che la conoscenza della lingua rappresenta un momento fondamentale verso una completa integrazione nel tessuto sociale dei soggetti stranieri; nel contesto di tali iniziative viene anche proiettato materiale audiovisivo in lingua inglese ed italiana per stimolare l’apprendimento della lingua e la       discussione su tematiche sociali;

–          attività di orientamento informatico sull’utilizzo basilare del computer     (laboratorio informatico);

–          attività di orientamento civico, anche per implementare e garantire il rispetto delle regole di convivenza, di cui l’associazione intende farsi promotrice verso utenti stranieri ma anche italiani, nonché per contribuire alla diffusione della consapevolezza dei diritti di cui ciascuno di noi è titolare;

–          laboratorio teatrale.

I volontari dell’Associazione Articolo Ventiquattro hanno collaborato attivamente fino al 2016 anche con la Caritas Diocesana dell’Arcidiocesi di Gaeta e della Diocesi di Latina. In particolare, nel contesto della collaborazione con la Caritas Diocesana dell’Arcidiocesi di Gaeta, essi hanno contribuito all’accoglienza, all’assistenza, all’ascolto ed all’orientamento dei soggetti stranieri (anche rifugiati politici) ed italiani in stato di bisogno.

Sin dalla sua costituzione Articolo Ventiquattro ha attivato, all’interno della propria sede di Fondi (04022 – LT), Via Cesare Balbo, 12, corsi di italiano per immigrati. Tale esigenza nasce dalla consapevolezza, acquisita attraverso il contatto diretto con l’utenza, che la conoscenza della lingua italiana rappresenta il primo passo verso una vera integrazione dei soggetti stranieri presenti sul territorio nazionale.

Collabora con altre realtà presenti sia sul territorio provinciale che regionale, attive sul tema dell’immigrazione e dell’integrazione, come l’Associazione Progetto Diritti o.n.l.u.s , l’Associazione volontari Dokita o.n.l.u.s e la Polisportiva Atletico Diritti, con la quale nel giugno 2015 ha dato vita alla prima squadra di cricket di Fondi, composta da ragazzi pakistani ed indiani, che ha preso parte al campionato interregionale organizzato dalla Federazione Italiana Cricket, classificandosi terzo nel proprio girone (Centro Italia).

Dal maggio 2014 entra a far parte della rete “Scuole Migranti” (rete di scuole di italiano per l’integrazione linguistica e sociale dei migranti).

Ad aprile 2015 ha collaborato con l’Associazione “Insieme – Immigrati in Italia” di Formia, alla realizzazione del corso di italiano L2 – livello A2 – profilo Adulti Uomini Disoccupati nell’ambito delle azioni previste dal progetto F.E.I. – Programma Annuale 2013 – Azione 1 – “PRILS LAZIO – Piano Regionale d’Integrazione Linguistica e Sociale degli stranieri nel Lazio”, con 80 ore di docenza.

A settembre 2015 è divenuta sede d’esame per italiano a stranieri, in collaborazione e convenzione con l’Università di Stranieri di Perugia.

È iscritta al registro regionale delle organizzazioni di volontariato “Artes” e regolarmente censita nell’Albo delle Associazioni culturali e di volontariato del Comune di Fondi.

L’Associazione intende perseguire le sue finalità attraverso l’ampliamento e la diffusione  della cultura della legalità, la tutela dei diritti delle persone socialmente ed economicamente più vulnerabili come, ad esempio, immigrati, rifugiati politici, minori, anziani, soggetti svantaggiati in genere, senza fissa dimora, cittadini meno abbienti, lavoratori, agendo in giudizio, ove necessario, per la tutela delle prefate categorie, anche richiedendo, in favore dei soggetti economicamente più deboli, ove sussistano i presupposti di legge, l’ammissione al beneficio del patrocinio a spese dello Stato.

Finalità dell’Associazione sono anche il superamento dell’emarginazione, attraverso la prevenzione e la rimozione di situazioni di bisogno; la formazione, l’istruzione, la riqualificazione per favorire il miglioramento della qualità della vita; la promozione e la difesa dei diritti civili, socio-economici, e della persona in genere.

Si prefigge di divenire luogo di iniziativa, ricerca e discussione intorno ai temi dei diritti inviolabili della persona, intesa sia come singolo individuo, sia come gruppo, con particolare riferimento ai soggetti maggiormente colpiti  da discriminazioni ed emarginazioni sul piano economico e sociale; di agire, sia singolarmente che in rete con altre associazioni, al fine di dare risposte concrete alle situazioni di bisogno presenti sul territorio; di promuovere l’orientamento linguistico dei soggetti stranieri presenti sul territorio nazionale, anche attraverso momenti di formazione in collaborazione con altri Enti accreditati, tenuto conto della circostanza che la conoscenza della lingua rappresenta il primo passo verso una vera integrazione.

Articolo Ventiquattro elabora, promuovere e realizza progetti di solidarietà sociale, sia in Italia che all’Estero, sia autonomamente che in convenzione o in regime di collaborazione con altre associazioni, Enti Locali, enti pubblici o privati, aventi scopi analoghi o comunque connessi ai propri, nel rispetto della normativa vigente e del proprio Statuto.